Tu sei qui

Sanità

Vecchietti, Rbm Assicurazione Salute: “Gestire al meglio la spesa sanitaria privata"

 “La Spesa Sanitaria Privata dei cittadini italiani in questi anni è cresciuta costantemente. Tra il 2013 e il 2019, in particolare, l’incidenza sui redditi è passata dal 2,73% al 3,30% a testimonianza di una necessità di finanziamento da parte dei singoli sempre più significativa – spiegaMarco Vecchietti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RBM Assicurazione Salute,intervenendo alla sessione plenaria “LO STATO DI SALUTE DEI CITTADINI E DEL SISTEMA SALUTE IN ITALIA – ANNO 2019. Le evidenze, le analisi, gli impatti. Sfide e opportunità”del Forum Sistema Salutein corso di svolgimento alla stazione Leopolda di Firenze. Gestire la Spesa Sanitaria Privata vuol dire, in altri termini, riuscire a garantire agli italiani una maggiore uguaglianza e accessibilità alle cure, risolvendo il problema delle liste di attesa e della migrazione sanitaria, intercettando così quei bisogni dei cittadini che sono legati non solo alla permanenza in vita ma soprattutto alla permanenza in vita con uno stato di salute idoneo”.

La Spesa Sanitaria Privata in Italia non è però una spesa solo per ricchi: “Sarebbe sbagliato pensare – prosegue Vecchietti- che la Spesa Sanitaria Privata sia la spesa sanitaria dei redditi più elevati. In realtà, nella maggior parte dei casi, a integrare di tasca propria le prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale sono i cittadini che hanno una maggiore condizione di fragilità economica e condizioni di salute più difficili come i cronici, i non autosufficienti e coloro che sono affetti da patologie gravi ma continuative. Per loro il bisogno di finanziamento aggiuntivo è sempre più presente dato che oggi le cure sono in grado di dare maggiore continuità alla vita degli individui, anche di fronte a patologie gravi”.

Inoltre, conclude Vecchietti, “non bisogna dimenticare che attraverso la Spesa Sanitaria Privata sono colmate le sempre più evidenti sperequazioni territoriali che riguardano le principali aree del nostro Paese. Non è un caso che la Spesa Sanitaria Privata sia molto presente al sud, pur in presenza di redditi più contenuti. Ciò si spiega con la necessità di complementare i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) che in queste Regioni mettono a disposizione una capacità di cura sicuramente inferiore”. 

 

I nostri partner