Tu sei qui

Lavoro

Più posti a tempo indeterminato Ma aumenta la cassintegrazione

I dati sono dell’Inps, contenuti nell’Osservatorio sul precariato (aggiornato a gennaio) e nel Report su cassa integrazione e disoccupazione (aggiornato a febbraio). E svelano «segnali contrastanti» dal mercato del lavoro. Aumentano infatti disoccupazione e cassa integrazione, ma salgono d'altra parte i contratti a tempo indeterminato, in particolare attraverso trasformazioni di precedenti rapporti di lavoro a termine. «Segnali che sono il frutto del rallentamento dell’economia, finita in recessione, e del decreto legge Dignità, andato a regime lo scorso novembre, che ha incrementato i vincoli e gli oneri sui contratti a termine»., scrive Enrico Marro su corriere.it

E i contratti a termine non sono diminuiti sempre perché trasformati in assunzioni a tempo indeterminato, ma anche perché non rinnovati, precipitando gli interessati nella disoccupazione.

vai all'articolo

I nostri partner