Tu sei qui

di Angelica Romani - MF

Welfare aziendale con premio di risultato. La legge di Stabilità 2018 porterà novità per il personale Enel. Nel gruppo guidato dall'ad Francesco Starace, i dipendenti il cui reddito annuale non supera gli 80 mila euro potranno scegliere di convertire i premi di produttività e redditività in beni e servizi fino a un massimo del 60% dell'importo dei premi stessi. II restante 40%, invece, sarà versato direttamente in busta paga. Tutte prestazioni esenti da tassazione. Inoltre, con l'accordo sindacale sulla somma destinata al welfare, Enel si impegna a riconoscere un premio ulteriore pari al 15%. Per accedere a tutti i nuovi servizi il gruppo ha attivato anche un portale web dedicato, una sorta di salvadanaio digitale attraverso il quale ogni dipendente potrà gestire il proprio Conto welfare, spendibile per esempio in vacanze studio, voucher per il tempo libero e cofanetti regalo, attività sportive, ricreative e formative. Nel 2017, primo anno in cui è stata introdotta questa opportunità, il tasso di conversione è stato di circa il 16%. I dipendenti di Enel lo hanno utilizzato per il 74% riversandolo nel Fondo pensionistico interno, e in percentuale più ridotta per rimborsi scolastici (circa il 15%) e voucher (circa l'8%). Da quest'anno, dopo un sondaggio interno, sono state introdotte alcune novità, come la scelta anticipata dei viaggi con pagamento a luglio, con l'assegnazione del premio di risultato e l'emissione del voucher, e nuovi servizi di assistenza sanitaria. «Per realizzare questo progetto siamo partiti, come sempre, dall'ascolto dei bisogni espressi dai colleghi», spiega Francesca Di Carlo, direttore Risorse umane e Organizzazione Enel, «per costruire uno strumento il più possibile su misura, flessibile e capace di rispondere alle diverse esigenze di ciascuno. Il risultato è un'operazione vincente con benefici per tutti: il lavoratore incrementa la sua capacità di spesa, mentre Enel investe nel coinvolgimento e nella motivazione dei dipendenti».

I nostri partner