Tu sei qui

Pensioni

Calcolo pensione, contano gli ultimi cinque anni di lavoro effettivo

di Fondazione Studi Consulenti del Lavoro - La Repubblica

Sono un lavoratore dipendente dal 1980 ed ho sempre versato contributi INPS. Andrò in pensione anticipata il 1.3.2023 e la pensione verrà calcolata con il sistema misto. Ho intenzione di interrompere volontariamente il mio rapporto di lavoro il 1.3.2019 e fare domanda all'INPS per pagare volontariamente i 4 anni di contributi mancanti. Come verrà calcolata la quota A della mia pensione? Sugli ultimi 5 anni effettivamente lavorati (febbraio 2015 - febbraio 2019) o, come dice il sito INPS "sulla media delle retribuzioni degli ultimi 5 anni di contribuzione immediatamente precedenti la data di pensionamento"? Perchè in questo caso negli ultimi 5 anni di contribuzione immediatamente precedenti la data di pensionamento avrei 1 solo anno di retribuzione (febbraio 2018 - febbraio 2019, con il calcolo della media settimanale di 1 solo anno).

Ai fini del calcolo della pensione, le settimane lavorate entro il 1992 saranno proiettate sulla media retributiva rivalutata degli ultimi 5 anni di lavoro, escludendo i periodi di disoccupazione che, per espressa previsione del D.lgs. 22/2015 e della circolare Inps n. 94/2015 sono "neutralizzati" nel caso in cui comportino un abbassamento, seppur minimo della media risultante. Il calcolo retrocederà valorizzando i 5 anni di lavoro effettivo prestato prima della cessazione qualora non si rioccupi prima dell'accesso a pensione.

I nostri partner