Tu sei qui

Welfare

Approvata la legge per l'istituzione del Giorno del Dono: sarà il 4 ottobre

La proposta di legge promossa dall'Istituto Italiano della Donazione ha ricevuto l'ok definitivo del Senato. La prima celebrazione sarà a Expo Milano. 

L'iter parlamentare per l'istituzione del Giorno del Dono, iniziato nel novembre 2013 grazie soprattutto al sostegno dell'ex-Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, è giunto alla sua positiva conclusione. L'8 luglio il Senato ha infatti approvato in via definitiva la legge che istituisce il Giorno del Dono Nazionale, realizzando in questo modo un progetto su cui l'Istituto Italiano della Donazione (IID) aveva lavorato lungamente e tenacemente.

Come recita l'articolo 1 della Legge, "La Giornata intende offrire ai cittadini l'opportunità di acquisire una maggiore consapevolezza del contributo che le scelte e le attività donative possono recare alla crescita della società italiana, ravvisando in esse una forma di impegno e di partecipazione nella quale i valori primari della libertà e della solidarietà affermati dalla Costituzione trovano un'espressione degna di essere riconosciuta e promossa, anche in modo differenziato e aperto, come emerge dall'esplicito accoglimento del principio di sussidiarietà". Significativa in questo senso la scelta della data di celebrazione:4 ottobre, festa di San Francesco d'Assisi patrono d'Italia, già giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra culture e religioni diverse.

“Oggi è un grande giorno non solo per l'Istituto Italiano della Donazione ma per tutto il Paese e per tutti coloro che fanno della gratuità una pratica quotidiana" ha dichiarato Edoardo Patriarca, Presidente dell'IID. Questo giorno, ha sottolineato Patriarca, "non è il giorno del buonismo o della sola raccolata fondi, ma nasce per celebrare i valori della solidarietà e della sussidiarietà ed è dedicato a tutti coloro che non si sono fatti fermare dalle difficoltà e che ogni giorno lavorano per il bene comune: cittadini, organizzazioni di terzo settore, imprese virtuose". Patriarca ha ricordato come ogni giorno quasi 5 milioni di volontari e cittadini attivi siano impegnati nell'assunzione di responsabilità, personali o di gruppo, per fare qualcosa per il bene collettivo: "questo è un miracolo silenzioso che accade quotidianamente" e attraverso il Giorno del Dono "vogliamo raccontare chi, in questo momento così faticoso per il Paese, non si è arreso a sconforto e cinismo, non ha voluto rannicchiarsi su se stesso ma, al contrario, si è posto, ancora una volta, al servizio dell'altro”.

La nuova Legge dà facoltà di organizzare - in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado - cerimonie, iniziative, incontri, momenti comuni di riflessione, presentazioni, affinché la pratica del dono sia oggetto di attenzione in tutte le forme che essa può assumere e soprattutto riceva il conforto di adeguati approfondimenti culturali. La prima iniziativa che sarà realizzata in tal senso certamente avrà una cornice che difficilmente potrà passare inosservata: l'Expo di Milano. Qui il 4 ottobre prossimo si terrà il#DonoDay2015, che avrà come protagoniste le scuole che hanno partecipato al contest video dal titolo “Donare, molto più di un semplice dare - racconta la tua idea di DONO” promosso dall'IID in collaborazione con il MIUR e ANCI. L'avvicinamento all'evento sarà scandito dalla campagna #ilDonoXme durante la quale, attraverso i social, potranno essere inviate foto che rappresentino la propria idea di dono. Gli scatti più belli saranno presentati il 4 ottobre a Expo, e andranno poi a comporre una mostra itinerante che accompagnerà l'IID in tutti i suoi momenti pubblici”. 

(da www.secondowelfare.it)

I nostri partner