Tu sei qui

Welfare

Alluvioni e disseto idrogeologico, RBM Salute per la popolazione di Matera

La Compagnia attua una nuova azione a sostegno della popolazione lucana colpita dal maltempo: eliminazione di scoperti e franchigie anche per i materani

I rioni Sassi inondati da fango e detriti, 8 milioni di euro come prima stima dei danni provocati dall’ondata di maltempo che ha colpito la città di Matera tra l’11 e il 12 novembre scorsi.

Come successo nella scorsa settimana per i Veneziani, RBM Assicurazione Salute, la Prima Compagnia assicurativa italiana nel ramo salute, ha deciso di eliminare scoperti e franchigie (ovvero la quota a carico dell'assistito) per le cure mediche e gli infortuni degli assicurati di Fondi Sanitari/Polizze collettive e Polizze Salute Individuali residenti nella città di Matera fino al 20 dicembre.

Tale estensione dei livelli di rimborso troverà applicazione sia per le prestazioni fruite direttamente presso le strutture sanitarie convenzionate con il network sanitario di RBM Assicurazione Salute sia in strutture NON convenzionate. L'iniziativa comporta anche la non applicazione dell'eventuale esclusione di polizza relativa a cure mediche conseguenti da inondazioni, alluvioni e maremoti.

“A seguito di molte richieste ricevute dai nostri clienti, abbiamo deciso di estendere l’iniziativa anche ai materani. Siamo vicini a Matera, in questo momento di difficoltà pensiamo che un’azione concreta sia il miglior aiuto possibile. Di fronte ad eventi catastrofali come quelli che hanno colpito nei giorni scorsi la città Capitale europea della cultura 2019 e il suo patrimonio artistico e culturale non possiamo esimerci dall’intervenire” – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RBM Assicurazione Salute.

I nostri partner