Tu sei qui

di Carlotta Clerici - Corriere della Sera

"Essere padroni del proprio tempo consente alle persone di diventare imprenditori di se stessi e del proprio lavoro", così descrive lo smart working Cristiana Milanesi, people and organization director di Mars Italia, divisione della multinazionale alimentare con un fatturato complessivo da 35 miliardi di dollari, che dopo annidi esperienza sul campo (le prime prove di lavoro «agile» sono iniziate nel 2009) sta toccando con mano i risultati positivi offerti da questa modalità lavorativa. «Siamo stati tra i pionieri in Italia — osserva la manager — a introdurre la flessibilità d'orario e la possibilità di lavorare fuori dall'ufficio. Oggi è una realtà ben consolidata che parte dalla convinzione che più si fanno vivere bene le persone, più migliorano i risultati aziendali». Una considerazione che trova conferma nei numeri, visto che Mars Italia misura periodicamente gli effetti dello smart working per comprenderne l'impatto reale sui risultati aziendali. Basti pensare che dal 2015 al 2016 il tasso di assenteismo si è dimezzato e le ore di malattia dal 2015 al 2016 sono diminuite dell'ex». Una produttività maggiorata dovuta, secondo Milanesi, agli effetti benefici della flessibilità su quelli che in Mars vengono chiamati «associati». «Le persone che lavorano per noi — dice la manager — sono i nostri più importanti alleati. Per questo la flessibilità non solo è funzionale per loro, ma anche per noi. Si tratta di un vantaggio reciproco: le persone che riescono a coniugare il lavoro alla vita privata sono molto più propense a impegnarsi. In più, questo tipo di politica ha permesso anche alle donne di ricoprire cariche importanti, visto che il 50% dei nostri manager sono di sesso femminile». Un equilibrio, tuttavia, che deve essere applicato nel modo giusto per riuscire a funzionare. «Ci sono dei fattori — afferma Milanesi — dai quali non si può prescindere. Come una cultura aziendale che responsabilizza le persone, manager capaci di coordinare il lavoro. Ma anche strumenti informatici evoluti che consentono di lavorare da remoto». Vantaggi che non solo fanno di Mars uno dei posti migliori in cui lavorare (secondo la classifica stilata da Great Place To Work), ma che continueranno ad essere implementati in futuro. «Nei prossimi anni — prosegue Milanesi — vogliamo ulteriormente accelerare la semplificazione dei processi e migliorare la qualità del lavoro. Il tutto per liberare del tempo che possa essere reinvestito in altre attività». Non mancano le comodità per semplificare la vita anche negli uffici. «Chi vuole — conclude la manager — può portare con sé il proprio animale domestico. Oppure usufruire dei mezzi di trasporto messi a disposizione dall'azienda per recarsi al lavoro».

I nostri partner