Tu sei qui

Pensioni

Ape social, la corsa è partita Attese 60miIa domande

di Raffaele Marmo - QN

APE SOCIAL con 63 anni di età e uscita anticipata per i precoci con 41 anni di contributi hanno in comune (o quasi) le categorie di lavoratori che, trovandosi in particolari condizioni di disagio, possono accedervi. Vediamo in dettaglio, dunque, le tipologie di potenziali pensionandi sulla scorta di questo di caratteristiche richieste. Possono fare la domanda per l'Ape social coloro che, oltre agli altri requisiti, si ritrovano in una delle seguenti situazioni: disoccupati che hanno finito integralmente di percepire, da almeno tre mesi, la prestazione per la disoccupazione loro spettante. Lo stato di disoccupazione deve essere conseguente alla cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell'ambito della procedura obbligatoria di conciliazione prevista per i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo.

SOGGETTI che al momento della richiesta e da almeno sei mesi assistono il coniuge, l'unito civilmente o un parente di primo grado convivente (genitore, figlio) con handicap grave ai sensi della legge 104. Invalidi civili con un grado di invalidità pari o superiore al 74%. Dipendenti che svolgono o abbiano svolto da almeno sei anni in via continuativa una o più delle attività lavorative di seguito elencate: operai dell'industria estrattiva, dell'edilizia e della manutenzione degli edifici, conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni, conciatori di pelli e di pellicce, conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante, conduttori di mezzi pesanti e camion, personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni, addetti all'assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza insegnanti della scuola dell'infanzia ed educatori degli asili nido, facchini, addetti allo spostamento merci, personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia, operatori ecologici ed altri raccoglitori e separatori di rifiuti.

TALI ATTIVITÀ lavorative si intendono svolte in via continuativa quando le medesime non abbiano subìto interruzione nei sei anni precedenti il momento del pensionamento per un periodo complessivamente superiore a 12 mesi e a condizione che le attività lavorative siano state svolte nel settimo anno precedente il pensionamento, per una durata almeno pari all'interruzione. Possono chiedere il pensionamento anticipato con 41 anni di contributi i lavoratori precoci (che abbiano lavorato per 12 mesi fino a 19 anni) che si trovano in una delle seguenti situazioni: lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione, lavoratori dipendenti e autonomi che assistono da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap grave, lavoratori dipendenti e autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa superiore o uguale al 74 per cento, addetti a lavori usuranti, lavoratori che svolgono da almeno sei anni, alle stesse condizioni accennate prima, una delle attività indicate in precedenza.

I nostri partner